Monday, October 27, 2003

More fire! More fire!



Ecco il disco fondamentale della musica nera di questi anni: “Arrhythmia”, il secondo e ultimo album dell’Anti-Pop Consortium, l’innovativo trio newyorkese scioltosi qualche mese fa. Pubblicato nel 2002 dall’inglese Warp records, etichetta generalmente specializzata in elettronica e ambient radicale (Aphex Twin, Boards Of Canada), “Arrhythmia” è un disco-bomba, capace di rivoltare le convenzioni dell’hip hop e della musica ritmica con un ritorno deciso all’essenzialità old-school, ma con un’ottica assolutamente contemporanea. Canzoni ossessive, svuotate di ogni orpello, costruite su pattern ritmici minimali e potenti, spesso prive di veri e propri arrangiamenti: come se fossero ridotte alla struttura stessa del ritmo. Su questa base i tre rappers declamano testi al contempo surreali e realistici, con grande impeto e forza d’impatto. Da ascoltare preferibilmente in cuffia, mentre si attraversa una città di notte.

0 Comments:

Post a Comment

<< Home